Tyr

Titolo(i) L’Imparziale, Il Dio Giusto, Il Dio Monco, Il Dio Ferito, Il Signore Cieco
Piano di esistenza Casa della Triade
Divinità (Potere) Maggiore
Allineamento Legale Buono
Aree di influenza Giustizia
Superiore Nessuno

Tyr (da pronunciare tir in italiano, teer in inglese) è una divinità maggiore del pantheon faerûniano.

Il suo simbolo è costituito da una bilancia con i piatti allineati posizionata sulla testa di un martello da guerra.

Nel Calimshan è conosciuto come “Anachtyr”.

La sua arma preferita è il Giustiziere, una spada lunga.

I suoi domini sono: Bene, Castigo, Conoscenza, Guerra, Legge.

È probabilmente ispirato al dio della mitologia norrena Tyr.

Caratteristiche

Tyr, l’unica divinità maggiore di allineamento Legale Buono, è entrato a far parte del pantheon faerûniano solo poco più di mille anni fa, intorno allo 0 CV, e per questo viene spesso considerata una divinità intrusa o “ritardataria”. È chiamato “Dio Monco” poiché ha perduto la mano destra nello scontro con Kezef il Segugio del Caos, per dimostrare la sua durezza di spirito e la sua forza interiore.Inoltre è chiamato Dio Pannocchia dagli agricoltori e dai contadini Thaariani perché essi lo venerano e lo lodano come dio delle messi.Ha subito inoltre la perdita della vista durante il Periodo dei Disordini a seguito della collera di Lord Ao. Il dogma di Tyr è molto popolare, e di conseguenza la gente comune di Faerûn sa chiaramente cosa aspettarsi da un chierico che abbraccia la sua fede: il dio comanda onestà, onore, correttezza e impone di combattere strenuamente chi osa infrangere le regole, chi prova a utilizzare subdole astuzie e stratagemmi oltre che perseguire chi commette crimini. Ma sa anche che i suoi fedeli sono fortemente moralisti, ostinati e spesso intolleranti (ai Tyrrani viene spesso dato l’appellativo di “tiranni”, una storpiatura del nome, dagli infedeli). È una divinità spesso adorata da giudici, burocrati, magistrati e mercanti onesti. I chierici di Tyr sono soprattutto diffusi nelle aree civilizzate e nelle grandi città.

Per dieci anni dopo il Periodo dei Disordini, Tyr non ha concesso ai suoi chierici il Potere; dopo la Festa della Luna del 1369 CV però, il dio, premiando chi, in questo lungo periodo, gli è rimasto fedele, ha di nuovo concesso loro di lanciare incantesimi.

Torm e Illmater sono servitori di Tyr, e insieme vengono chiamati la “Triade”.
Manifestazioni

Tyr appare come un fiero e impeccabile guerriero in armatura leggera che porta una spada lunga o un martello da guerra, ma senza la mano destra; il punto in cui la mano è tagliata non è bendato o nascosto. Spesso il dio dimostra il suo favore tramite un forte colpo di gong accompagnato da un coro esultante di voci maschili, oppure facendo apparire un martello da guerra fluttuante.

A volte si serve di obbedienti cani da guerra che appaiono dal nulla.
Essere Chierico di Tyr

I chierici di Tyr devono sempre essere corretti, pronti a dire la verità, punire i colpevoli, rendere giusto ciò che è sbagliato, impegnarsi anche a prevenire i crimini oltre che punirli e a compiere le giuste vendette. Questo a volte può significare non essere imparziali, ma è un’azione che deve essere compiuta se il fine è punire i colpevoli. Devono ricordare, scrivendo nel proprio Libro della legge (Book of Lawgiving) le azioni compiute, affinché quelle sbagliate siano corrette in futuro e affinché i criminali siano ricordati e registrati per essere riconosciuti. Non devono mai lasciare impunito un crimine. Devono applicare il motto “occhio per occhio, dente per dente”, ma devono anche avere pietà per l’ignoranza di chi sbaglia.

Il chierico deve portare tuniche blu e viola con una fascia bianca attorno alla vita; deve inoltre portare sempre un guanto bianco sulla mano sinistra e uno nero su quella destra. Sull’armatura deve essere presente, sulle spalle e sulla schiena, il simbolo di Tyr.

L’attività di chierico, oltre alle consuete preghiere, prevede un ciclo di alti rituali da svolgere durante i 30 giorni del mese, partendo dalla Visione della Giustizia, il primo giorno, passando alla Mutilazione ogni tredicesimo giorno, terminando con l’Accecamento il ventiduesimo giorno.

I più importanti templi di Tyr sono la Fortezza della Fedeltà nel Tethyr, a sud di Zazesspur, e la Casa della Mano di Tyr a Milvarune, nel Thesk; quest’ultimo è il quartier generale dei Cavalieri Giusti, un esercito di formidabili militari a cavallo che combatte contro i frequenti attacchi di Thay. I Cavalieri del Sacro Giudizio e i Cavalieri della Spada Misericordiosa sono altri importanti ordini che affiancano la chiesa di Tyr.

Simbolo sacro: il guanto nero che il chierico porta sulla mano destra.

Esiste classe di prestigio Giustiziere di Tyr.

Tyr

La compagnia di Cairnwood neorogue