La compagnia di Cairnwood

Omicidio a Bristar

Il gruppo si trova ancora a Highmoon. Mentre pranzano alla taverna giungono due elfi che fanno parte di un contingente di arcieri provenienti da Bristar, un villaggio ad un giorno di cammino. Raccontano che la situazione lì è un pò agitata. Il gruppo incuriosito parte alla volta di Bristar e dopo alcuni scontri giungono finalmente. Giunti al villaggio sono stremati e vanno subito a riposarsi nella modesta locanda del luogo.

La mattina seguente si recano a casa del capo del villaggio in cerca di lavoro, ma finisce in un nulla di fatto. Mentre Evan si allontana per conto suo incrocia un nano che sta dirigendosi velocemente e nervosamente verso l’uscita del villaggio. Evan lo raggiunge e gli chiede spiegazioni scoprendo che il nano è agitato perchè ha sentito dire che ieri notte era stato ucciso un umano al villaggio e che non sarebbe rimasto un minuto di più.

Il gruppo ricorda di un altro umano che avevano incrociato quella mattina alla taverna e tornano la per chiedere alla proprietaria se l’aveva visto. L’uomo si era allontanato poco tempo dopo del gruppo e non si era rivisto. I cinque decidono di indagare in giro sull’uomo e sugli omicidi.

Gedref e Nathan fermando un passante chiedono informazioni sull’omicidio. Il villaggiano in confidenza conferma che anche lui aveva sentito di quest’omicidio, e che la cosa è messa a tacere al villaggio per non allontanare i possibili visitatori. Detto ciò va velocemente via, non prima di aver detto ai due che per sicurezza sarebbe meglio se loro partiserro.

Il gruppo torna alla locanda, Gedref,Evan e Leliana si mettono a letto, mentre Nathan si dirige alle porte del villaggio. Li subisce un agguato da parte di cinque figure incappucciate. Decide così di correre alla taverna in cerca di aiuto da parte dei suoi compagni. Dopo aver subito alcuni colpi riesce a raggiungerli e urlando li fa venire fuori. I cinque lottano e sconfiggono gli incappucciati, che si rivelano essere degli elfi.

Dopo la lotta una voce femminile si complimenta con loro e si presenta come Artis e spiega loro che due notti prima i suoi compagni di viaggio sono stati assassinati dagli stessi elfi incappucciati, che fanno parte di una setta segreta chiamata Eldreth Veluuthra. Chiede allora al gruppo di aiutarla a sgominare la cellula locale dietro ricompensa, di cui lei conosce la posizione del covo. I cinque accettano e vanno a riposarsi prima del viaggio dell’indomani mattina.

Durante la notte il gruppo viene svegliato dai lamenti di Nathan, ad una prima occhiata di Leliana, sembra che sia sotto gli effetti di un veleno. Artis rivela che a volte per uccidere senza dare nell’occhio i sicari della Eldreth Veluuthra usano un veleno piuttosto raro e molto potente. I personaggi deducono che forse al loro nascondiglio possa esserci un antidoto e decidono di provare a cercarlo lì. Prima di partire in mattinata Gedref chiede al sacerdote del villaggio di fare il possibile per mantenere Nathan in vita fino al loro ritorno ed egli accetta. Artis decide di rimanere al capezzale di Nathan, ma avverte il gruppo che devono fare presto, il veleno potrebbe ucciderlo in 2/3 giorni.

Il gruppo parte verso la base seguendo le indicazioni di Artis e giunge ad un maniero abbandonato in mezzo alla foresta. A guardia della casa ci sono due elfi di ronda attorno all’edificio. Zelgadis e Gedref provano ad attaccarli da dietro, ma Gedref spezza un ramo a terra e vengono scoperti. Leliana e Evan li raggiungono e i quattro sconfiggono le guardie ed entrano dentro.

I personaggi rovistano in giro per la casa, combattendo con elfi e satiri. In una stanza trovano dei giacigli insanguinati e delle catene con manette. Ad un occhiata veloce Leliana nota che il sangue non è umano, ma probabilmente elfico. Durante la ricerca all’inizio del secondo giorno Gedref viene contattato da Artis attraverso un contatto telepatico e lo avverte che il tempo a disposizione di Nathan sta per scadere e che devono fare presto, non sopravviverà ad un altro giorno.

Il gruppo raggiunge la stanza del capo della cellula che è protetto da due centauri. Li sconfiggono e recuperano 2 fiale: una più chiara e una più scura. Tornano velocemente al villaggio e arrivano a tarda sera. Nathan è al limite, ma nessuno sa quale delle due fiale è l’antidoto. Decidono di dargli quella chiara, ma sfortunatamente era un altra dose di veleno e Nathan muore.

Artis premia il gruppo con una ricompensa per aver sgominato la cellula con tutti i soldi che ha in tasca, ma il gruppo dei 1200 ricevuti gliene lascia 100 per non lasciarla al verde. Zelgadis chiede spiegazioni sui giacigli insanguinati trovati nel maniero e Artis conferma che probabilmente era dove hanno tenuto e torturato i suoi compagni prima che morissero.

Comments

neorogue

I'm sorry, but we no longer support this web browser. Please upgrade your browser or install Chrome or Firefox to enjoy the full functionality of this site.